Diritti di cittadinanza, qualita' della vita


Si tratta di un volume collettaneo di cui sono stato curatore, e di cui ho realizzato il progetto editoriale, nell’ambito di una collana di studi giuridici e sociali diretta da mio figlio Francesco Parenti.

I saggi contenuti in questo volume di alto valore scientifico, possono essere elemento di stimolo per orientare l’azione del nostro vasto mondo del Terzo Settore. Quello delle Acli e un impegno a tutto campo che intende trovare nell’approfondimento, nel dibattito, soprattutto nel dialogo, uno stimolo per orientare l’operativita di un sistema complesso e articolato.
Merita sottolineare che in questo volume, oltre al rigore scientifico, troveremo passione civile, forte sensibilita sociale e tensione etica: elementi decisivi per affrontare argomenti come la promozione dei diritti umani,specie nei confronti dei piu deboli,dei diseredati, la tutela della legalita democratica, (Giomi) e dei diritti individuali (F.Parenti) la costruzione di un welfare che attui sinergie tra sviluppo economico e sviluppo sociale, che sia, ad un tempo, elemento di giustizia e fattore produttivo.
E una tutela della salute che sviluppi e faccia propria una sanita di iniziativa, fatta di servizi che non aspettano il cittadino sulla soglia, ma orientano l’attivita’ verso chi “meno sa e meno puo” (E.Rossi) e l’individuazione di una vera e propria emergenza “diritti civili”, (M.Ampola) un’effettiva riduzione dell’integrita’ del soggetto sociale attraverso l’esproprio di tutta una serie di forme di autonomia e liberta giuridica.
Riflessioni, insomma,che non sono asettiche ma un forte richiamo all’impegno civile nella nostra azione che svolgiamo nell’associazione, nei servizi, per la costruzione di una societa’ piu’ giusta e piu solidale.

Nella parte finale del volume c’e’ anche un mio breve saggio sull’avvio della Conferenza Regionale delle autonomie sociali.